Imparare a imparare

Uscire dalla zona di confort e apprendere online nuove competenze sconfiggendo l’insicurezza e la pigrizia.

sare il tempo libero in modo che possa arricchire le nostre conoscenze e la comprensione del mondo penso sia una delle decisioni più sagge che possiamo prendere nel corso della nostra vita.

Imparare non ci darà mai la spiacevole sensazione di aver buttato via del tempo. Quante volte ti succede dopo aver visto un film, fatto lo scrolling dei social per ore o giocato ad un videogame fino a tarda notte? Auto-convincersi che si può rimandare è pericoloso, si rischia di diventare anziani accumulando solo rimpianti per le cose che avremmo voluto fare e non abbiamo fatto.

Oggi siamo in un periodo storico dove gli strumenti per imparare sono diventati disponibili online per una larghissima parte della popolazione. Seguire corsi su internet è oggi una scelta praticabile che permette una grande flessibilità perché puoi decidere di imparare quando vuoi, anche se hai già un lavoro, indipendentemente dalla tua età, e spesso non devi pagare niente o cifre molto basse, specialmente se si vogliono seguire corsi fatti da esperti che stanno dall’altra parte del mondo.

Per farlo però bisogna sconfiggere il nostro nemico numero uno: la pigrizia.

Io ho iniziato a lavorare a 20 anni, senza andare all’università ma facendo solo una scuola per diventare graphic designer che non mi ha insegnato più di tanto, giusto per dire, un computer ce lo avevano fatto vedere da lontano come oggetto inaccessibile (parliamo del 1989–1990). Il primo Mac sono riuscito a comprarlo solo tre anni dopo (un Macintosh LC II con 4MB di ram e 40 MB di HD) e da lì in avanti ho studiato da solo tutto quello che c’era da sapere.

Tutto quello che ho imparato, e negli anni ho accumulato molto, è frutto di studi personali. Quando ho avuto necessità o passione per un argomento mi sono cercato le giuste risorse e mi sono messo sempre a studiare mettendo contemporaneamente in pratica quello che avevo acquisito. La sola teoria non aiuta a capire bene e memorizzare correttamente quanto appreso.

Ora, uno può pensare che voglia far credere di essere più intelligente della media e per questo sia superiore ai pigri davanti alla tv a perdere tempo. No, chi mi conosce sa che non sono per niente presuntuoso e non sono uno che guarda gli altri dall’alto al basso. Considero la mia intelligenza normale e la mia memoria molto sotto alla media (mi dimentico tantissime cose) ma ho alcune qualità che mi aiutano: so combattere la pigrizia dandomi una certa autodisciplina e ho sempre una forte passione per quello che faccio.

La passione è il motore più forte che esista al mondo.

Potete essere intelligentissimi ma non avere alcuna forte passione e probabilmente rimarrete sul divano a giocare alla Playstation per il resto della vostra vita.

Quando ho iniziato a studiare quello che m’interessava, a disposizione c’erano solo libri o i corsi da presenziare che duravano mesi o anni e ti obbligavano a spostarti con orari fissi e tutto quello che gira intorno a questo tipo di insegnamento. Era una vera fatica imparare in quel modo, poco divertente e spesso poco chiaro.

Oggi con i corsi online hai a disposizione i migliori insegnanti / coach nel loro campo che possono insegnarti tutto quello che vuoi imparare quasi come se fosse un corso personale. E se qualcosa non è chiaro o hai una domanda specifica per la tua situazione, c’è sempre modo di contattarli e farselo spiegare.

È una rivoluzione come mai prima se n’erano viste nel campo dell’educazione.

La difficoltà maggiore è trovare l’oro in mezzo a tanta spazzatura. Quello che voglio dire è che ci sono ottimi corsi, spesso gratuiti ma anche tanta roba fatta male o realizzata solo per vendervi qualcos’altro.

Ci sono piattaforme che, per costi più che ragionevoli, ti danno accesso a una quantità enorme di corsi di tutti i tipi, altre che ti chiedono un pagamento per ogni singolo corso e poi c’è YouTube con una scelta è sterminata dove si trovano video con contenuti di qualità in mezzo a un sacco di roba veramente scadente.

Su YouTube il video migliore è di chi vuole condividere le proprie conoscenze senza venderti nulla. Ad alcuni sembrerà strano ma ci sono moltissime persone che amano farlo e non si aspettano nulla in cambio. Un esempio, sto seguendo un ragazzo canadese molto bravo a realizzare documentari che, con molti video gratis su YouTube, racconta tutta la sua esperienza dando consigli preziosissimi che potrei avere solo lavorando fianco a fianco con un mentore che decida di farsi affiancare da me per mesi. Sotto un video per far capire meglio di cosa sto parlando. Come lui ne trovate altri migliaia per ogni settore che vi venga in mente.

Zona di comfort

Ma perché dovresti perdere tempo a imparare nuove cose invece di assecondare la tua (e dell’umanità intera) innata pigrizia?

Sai quanto tempo trascorri online ogni giorno sui social network? Quasi due ore e mezza (142 minuti), secondo i dati Audiweb. Alla fine della giornata aver usato tutto questo tempo per fare queste attività ti ha lasciato qualcosa di positivo? vai a letto felice?

1*t9JgyKQuvYlmaViEr1iiDw

Uscire dalla zona di comfort

Nota: parlo in prima persona ma non indico necessariamente te come soggetto del discorso.
Imparare nuove abilità ti fa uscire dalla zona di comfort che può sembrare una bolla confortevole ma che in realtà significa anche vivere una vita passiva dettata da quello che ti dicono o pensano gli altri. Non la tua vita ma quella che gli altri ti hanno imposto (anche se tu pensi di no ma è solo un modo per auto-confortarti) e quando invecchierai rimpiangerai di non aver fatto tante cose.

Per uscire da questa bolla bisogna prendere decisioni che inizialmente possono mettere molto a disagio ma che, ti sicuro, non rimpiangerai.

Imparare fa capire meglio perché certe cose accadono e questo ci fa diventare più sicuri di noi stessi e il risultato è che riusciremo a capire meglio che percorso vogliamo intraprendere.

Prendere decisioni che assecondano le nostre passioni e volontà e non quelle degli altri ci fa sentire bene.

Alla fine tutti noi perseguiamo come ultimo fine la felicità e tutto inizia sempre dalla scelta di imparare.

Come faccio ad imparare?

Ci sono alcuni punti base che sono necessari per riuscire ad imparare e iniziare un percorso virtuoso che ti farà voglia di imparare sempre più:

Organizzare il tuo tempo è il consiglio che getta le fondamenta di tutto quanto. Puoi essere tentato/a di rimandare ma bisogna essere costanti, ricorda che non lo fai per qualcun altro ma per te e quindi non dovresti vedere l’ora di proseguire il corso che stai seguendo. Per gli orari non darti delle ore fisse ma solo un tempo indicativo ogni giorno, senza rimandare mai (questo è imperativo per prendere il giusto ritmo). Magari lunedì puoi seguire un corso la mattina sul treno, martedì a pausa pranzo sul computer, mercoledì la sera dopo cena sul divano (cercando di non addormentarti…) sul tablet e così via.

Usa lo strumento che ti viene più comodo, può essere il cellulare, un tablet, un computer o un mix di tutti e tre (come capita spesso a me) da utilizzare a seconda di dove sei.

Una cosa che consiglio sempre, non solo per studiare ma anche per lavorare più concentrati, è quella di disabilitare tutte le notifiche del cellulare / computer che sono per me il male assoluto della nostra epoca. Un sistema subdolo per avere sempre la nostra costante attenzione e renderci molto poco concentrati. Disabilita sempre TUTTE le notifiche!

L’importante è che non ci siano troppe distrazioni, non guardare i social mentre studi, il multitasking quando cerchi di capire e memorizzare concetti e metterli in pratica, non funziona. Però ogni tanto fai delle pause, non fermarsi per ore è controproducente, è necessario distrarti di tanto in tanto, ogni quanto fermarsi dipende dalla tua soglia d’attenzione e capacità di concentrarti.

Vantaggi e svantaggi dei corsi online

Vantaggi

Flessibilità nella divisione del tuo tempo
Puoi scegliere di seguire un corso quanto hai voglia senza le impostazioni di orario di una scuola tradizionale.

Maggiore interazione
Sembra contro-intuitivo in quanto un corso dal vivo sembrerebbe più adatto a un’interazione docente-studente ma spesso, specialmente per gli studenti più timidi, poter interagire on-line gli offre un maggior livello di sicurezza. Molto spesso nei corsi online puoi inviare domande dirette e avere risposte precise per le tue necessità. Dal vivo molto spesso non c’è il tempo, o il coraggio, necessario per farle.

Costi più bassi o nulli
I corsi online permettono di risparmiare molti soldi o di non spenderne proprio. Bisogna però perdere un po’ di tempo a cercare i migliori tra quelli che vorresti seguire.

Non devi trasferirti in un’altra città o nazione
Spesso seguire i corsi tradizionali significa dover andare in un’altra città o addirittura trasferirsi all’estero. Con un corso online risparmi quindi soldi e tempo.

Su misura per quello che veramente ti serve
Se un corso è molto vasto e a te serve sapere subito una cosa che devi mettere in pratica il prima possibile, puoi andare direttamente al punto in cui questa viene spiegata. Dritti al punto. Per esempio vuoi capire come si fa a selezionare una figura in Photoshop? vai direttamente alla parte del video in cui viene mostrato come si fa. Non sempre ma in alcuni casi seguire da A a Z non è metodo migliore per avere risultati veloci.

Svantaggi

Impersonale
Seguire un corso in una classe tradizionale avviene in un contesto sociale e alcuni devono interagire con altre persone dal vivo per riuscire ad apprendere e avere un feedback immediato che solo un interazione dal vivo può dare.

Bisogna essere disciplinati
Non c’è nessun insegnante che ti dice che devi metterti al lavoro sul tuo corso online, se sei pigro e decidi lo faccio domani, è la tua fine, non concluderai mai il corso che hai iniziato. Devi entrare in uno stato mentale per cui non deve essere una costrizione ma un piacere, non devi vedere l’ora di avere un po’ di tempo per imparare quello che ti piace e di cui vuoi diventare esperto/a.

Non vedere mai la fine
Online c’è così tanto materiale che su ogni argomento potresti andare avanti all’infinito. Quindi il rischio è di rimanere sempre con la sensazione che si potrebbe sapere di più, che magari si hanno delle carenze che nessuno però può farti notare perché sei da solo/a davanti al tuo schermo.

Che tipi di corsi esistono?

Online / app trovi corsi di tutti i tipi, da quelli universitari a quelli per imparare a fare un sito web passando per tutto quello che ti viene in mente. Non mi è mai capitato di non trovare un corso che cercavo.

La differenza maggiore tra i corsi più strutturati creati da grandi università o aziende e quelli di singoli insegnanti su singoli argomenti è il tempo necessario per seguirli e la necessità di passare degli esami oppure no.

Per capirci, se segui un tutorial su YouTube su come fare un sito internet, normalmente devi mettere in conto al massimo qualche ora e ovviamente nessun esame, mentre se segui un corso universitario devi mettere in conto mesi o anni di studio e molti esami da passare. Il mio consiglio è di iniziare con i corsi più veloci e gratuiti che puoi trovare su YouTube o siti come Udemy.com/it Se poi ci prendi gusto e vuoi laurearti online sei sempre in tempo a farlo, non ci sono limiti d’età.

Cosa imparare?

Puoi imparare davvero tutto quello che vuoi. Ecco alcuni esempi: Inglese o altre lingue, programmare software, grafica, fotografia, video, finanza, marketing, gestione social media. Ovviamente se segui corsi universitari, puoi anche laurearti!

Alcuni siti per iniziare

La premessa importante è che per trovare una maggior varietà di corsi e qualità è necessario cercare anche tra quelli in lingua inglese. Se non lo sai puoi trovare corsi per impararlo… se per ora non vuoi farlo, trovi comunque anche corsi di buona qualità in italiano che però spesso sono tradotti da quelli inglesi.

YouTube
Qui puoi trovare video tutorial gratuiti di tutti i tipi. Da quelli di altissima qualità al video pessimo. La difficoltà è trovare i contenuti giusti, il consiglio è quello di iscriversi ai canali che ritieni più vicini ai tuoi interessi (non solo in italiano ma anche in inglese) che dimostrano di pubblicare con costanza video di qualità. In questo modo, in poco tempo, vedrai apparire nella tua home personale consigli mirati che l’algoritmo di YouTube ti proporrà. Con il tempo i consigli raggiungono una percentuale molto alta di video in target con i tuoi interessi.

Udemy
È una piattaforma dove trovi corsi gratuiti o con prezzo molto basso durante le loro molte offerte promozionali. Ci sono anche diversi corsi in italiano a differenza delle altre piattaforme di questo elenco.

LinkedIn Learning
Il primo mese è gratuito, poi è necessario sottoscrivere un abbonamento. I corsi sono divisi in tre categorie, Business (dedicata al management, alle risorse umane, al marketing), Creative (che va dall’animazione 3D dal graphic design), e Technology (dai big data ai social media). I corsi sono organizzati per moduli e c’è un massiccio uso del video. Il valore aggiunto è ovviamente il collegamento con il tuo profilo LinkedIn, al quale possono essere allegati i vari certificati ottenuti con la piattaforma. Alcuni corsi sono tenuti da influencer o personalità note sul social network, il livello degli insegnamenti è piuttosto alto.

MasterClass
Questo è il sito più epico di tutti, solo in inglese, solo con i nomi più incredibili per ogni settore, da Spike Lee e Alicia Keys a Dan Brown e Timbaland. Se vuoi imparare dai migliori di ogni campo, questo è il posto giusto, ad un prezzo tutto sommato più che ragionevole per la qualità estrema dei contenuti e della realizzazione di qualità cinematografica.

SkillShare
Con un abbonamento annuale si ha accesso a un numero enorme di video corsi nell’ambito creativo, dal design alla fotografia fino alla scrittura ed elementi di business per mettere a frutto la propria creatività.

Domestika
È una piattaforma spagnola per i creativi, il modello è quello di acquistare i singoli corsi realizzati da professionisti del settore. Unico limite è che una gran parte dei corsi sono in spagnolo anche se con sottotitoli in inglese, quindi per molti potrebbe essere poco pratico più per una questione linguistica che per la qualità che è molto alta.

Duolingo
La piattaforma è freemium (molte funzioni sono gratuite, alcune sono a pagamento, come le lezioni offline e la possibilità di usarlo senza visualizzare la pubblicità) ed è basata sul metodo della gamification: l’apprendimento viene trasformato in una sorta di videogioco. Su Duolingo, partendo dall’italiano, si possono studiare l’inglese, il francese, il tedesco e lo spagnolo.

Babbel
Ha più lingue a disposizione rispetto a Duolingo. L’iscrizione è gratuita, ma molti contenuti sono a pagamento.

Il mondo dei MOOC

Il punto di partenza per chi vuole entrare nel mondo dei MOOC (Massive Open Online Course, corsi online aperti a tutti) si chiama Coursera, la piattaforma creata anni fa da due docenti di Stanford. Coursera è il più grande provider di corsi universitari gratuiti al mondo. Gli unici requisiti sono conoscere l’inglese (ma ci sono anche alcuni corsi in italiano) e avere una connessione Web: da lì in poi potrai studiare linguaggi di programmazione, corsi di introduzione alla filosofia, marketing aziendale, funzionamento delle cripto-valute, tutto proposto dalle migliori università al mondo. I corsi sono generalmente gratuiti e sono a pagamento solo quelli che equivalgono a dei master (con certificazione).

Il lifelong learning digitale è così importante e strategico che anche le istituzioni (sia a livello nazionale che europeo) hanno creato le proprie piattaforme. L’Unione Europea propone Emma (European Multiple Mooc Aggregator), un raccoglitore di corsi gratuiti nelle lingue comunitarie, con un’ampia scelta anche per l’italiano. Gli insegnamenti sono offerti da università europee e istituti di cultura, alcuni hanno una data di inizio e un calendario, altri li puoi iniziare in qualsiasi momento.

CodeAcademy propone una vasta libreria di insegnamenti gratuiti, per imparare i rudimenti del codice per programmare, ai quali aggiungono corsi più strutturati e a pagamento, che permettono di mettersi alla prova con progetti veri e propri.

Udacity offre una formula chiamata Nanodegree, mini-lauree brevi molto verticali su temi tecnologici come realtà virtuale, deep learning, intelligenza artificiale in partnership con grandi aziende del settore.

Il mondo dei corsi o tutorial online è enorme, all’inizio può intimidire ma il consiglio è provare, non andrai mai più a dormire che la brutta sensazione di aver perso ore per niente e la mattina dopo sarai pronto/a a mettere in pratica quanto acquisito, una grande soddisfazione, ti assicuro.

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su xing
Condividi su whatsapp